26

Giugno, Ore 21.00
GROUND MUSIC DINNER & Presentazione dei vini dell’ Az. Agr. Il Pendio
ore 20.00

h 21.00 - GABRIO BALDACCI - MR. RENCORE
h 22.00 - DON KARATE

@Piazzale della Chiesa di San Zenone (MONTICELLI BRUSATI) Franciacorta

Ore 21.00

GABRIO BALDACCI - MR. RENCORE

Gabrio Baldacci – chitarra elettrica
Daniele Paoletti – batteria
Beppe Scardino – sax baritono

 

 

Mr. Rencore è il frutto del sodalizio musicale tra Gabrio Baldacci e Daniele Paoletti: 15 anni passati a suonare insieme proprio di tutto. Nel 2006 nasce il duo: un passo naturale ma che appare al contempo quasi inevitabile. La musica di Mr. Rencore sembra un frullato delle esperienze dei due musicisti livornesi: dal rock alle musiche popolari; dall’improvvisazione libera a pulsazioni circolari, ipnotiche. Un istinto onnivoro maturato a lungo in sale prova che i due condividono fin dall’inizio della propria storia musicale. Dal 2009 la formazione si allarga con Beppe Scardino al sax baritono e clarinetto basso, anch’egli livornese. Nel trio si ampliano le possibilità timbriche e la musica acquista più libertà. Le ance gravi ben si adattano alla musica di Mr. Rencore, al tetro lirismo di alcune composizioni di Baldacci, alla durezza ritmica del rock. Mr. Rencore collabora anche con video artisti: attraverso proiezioni l’esperienza sonora del concerto diventa anche visiva.
Dal 2010, grazie all’interessamento di Marco Valente che decide di produrre i progetto per AUAND records, Mr. Rencore si avvale della collaborazione di Tim Berne, musicista fondamentale e tra i più influenti degli ultimi anni.

Ore 22.00

DON KARATE

Pasquale Mirra: vibrafono, elettronica
Francesco Ponticelli: basso, elettronica
Stefano Tamborrino: batteria, elettronica

 

 

Stefano Tamborrino è la mente (e la batteria) che si cela dietro il progetto Don Karate, una combo capace di sfornare un disco che travalica i generi, mescolando jazz, hip-hop e r’n’b. Abbiamo parlato con lui per farci raccontare come si fa a costruire un lavoro così libero eppure così “centrato”. E abbiamo scoperto che l’importante è essere felici.

Il disco che avete fatto è di una bellezza disarmante e travalica totalmente i generi, dal jazz all’hip hop, per cui ora la smetto di farti i complimenti e ti chiedo: mi descrivi tu da dove è partito tutto?
Domanda complessa che segue un gran complimento. Adesso mi ritrovo in un limbo di gratitudine e odio, da cui cercherò di emergere dignitosamente con la più onesta delle risposte che mi vengono in mente. Ce l’ho: la mia musica trae ispirazione da diverse zone del presente, come le radici di un albero che non affondano in una sola direzione. Ammetto di ammirare chi ha così tanta fede da credere in una sola fonte di luce, ma al contempo un po’ li commisero per come riescono a relegare tutto il resto nell’ombra. Ognuno poi è libero di scegliersi la o le proprie fonti, a me semplicemente piace bere e ancora di più mi piace l’idea che le mie radici abbiano conosciuto terre di diversi colori. Intervista completa >

vini dell’ Az. Agr. Il Pendio

L’azienda Il Pendio è situata a Monticelli Brusati, nel cuore della Franciacorta , ed è gestita sapientemente da Michele Loda. La viticoltura è condotta da Michele in modo biologico senza l’uso della chimica né additivi e in cantina solo fermentazioni spontanee, affinamento in barriques di rovere diAllier usate, e le operazioni di sboccatura vengono effettuate a mano bottiglia per bottiglia e non viene aggiunto zucchero o elementi estranei al vino dopo la sboccatura. Le sue vigne, situate a 420 m.ds.l.m., si estendono per 3 ettari e poggiano su terra scura frammista a roccia calcarea biancastra. Nel vigneto esposto a sud e ricoperto di sassi, viene allevato il Cabernet franc, nel “Roncol” esposto a sud-est troviamo il Pinot Bianco mentre nei due vigneti “Gradoni” e “ Ruc” viene allevato lo Chardonnay che serve per produrre i due Franciacorta; “Il Contestatore” e “Il Brusato”. Vini autentici, rispettosi del territorio che sanno regalare grandi emozioni